AGNELLINO

È l’animale nato della pecora, che non superato l’età di un anno. In senso allegorico indica una persona timida e mite ovvero – con valenza offensiva – un individuo incapace di reagire, sino ad assumere il significato di <vigliacco>. L’epiteto era stato attribuito a un sindaco, colpevole agli occhi dell’offensore, di non avere avuto coraggio. La sentenza del tribunale di Bergamo di condanna è stata confermata dalla Cassazione (128/07).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *